Degustare

Specialità napoletane

Quando si pensa alla cucina napoletana, il pensiero corre subito a lei, la famosa pizza Margherita, genialità culinaria inventata in onore della Regina da cui a preso il nome. Ingredienti semplici e la fantasia napoletana hanno creato uno dei piatti tipici più apprezzati e più imitati al mondo! Ma Napoli è e rimarrà sempre l’unico posto dove gustare la vera pizza napoletana, sottile al centro, alta sui bordi e condita con pomodori, mozzarella e basilico di questa terra baciata dal sole.E che dire del ragù? Il grande Eduardo De Filippo, in una delle sue opere teatrali, gli ha addirittura dedicato una poesia in cui esprime tutta la sua nostalgia per il vero ragù napoletano, diverso da quello che lui definisce...

Specialità milanesi

Tra la pianura lodigiana e la bassa pavese a circa 40 km da Milano, si eleva il Colle di San Colombano, dove la coltivazione della vite ha origini remote, da cui i famosi Doc rosso di San Colombano. Fra i formaggi tipici si ricordano il grana padano, il gorgonzola stravecchio, la crescenza. Tra gli insaccati il salame Milano contraddistinto dalla tipica grana di riso, laluganega di Monza, tipica salsiccia usata in Lombardia per insaporire risotti e minestre invernali. La cultura gastronomica è nata dal matrimonio tra la tradizione pavese e quella lodigiana. Così le ricette di frittata di rane, risotto con lo zafferano, risotto con la zucca, minestra di verze, la busecca, la casoela, i bolliti misti e la...

Specialità fiorentine

La cucina tradizionale, di origine contadina, si basa su ingredienti semplici come il pane, l’olio d’oliva e le verdure che danno origine a vere e proprie specialità. Gli antipasti tipici sono costituiti da affettati, tra cui la rinomata finocchiona, i sanguinacci e i crostini con fegatini di pollo e milza di vitello. Tra i primi, ampio spazio hanno le pappardelle al sugo di lepre, la panzanella, vari tipi di zuppe e minestre, in particolare la pappa al pomodoro e la ribollita. Il secondo più caratteristico è la famosa bistecca alla fiorentina: carne di bue di buona qualità, cotta sulla brace e poi condita con olio di oliva, sale e pepe; molto...

Specialità pisane

Tra le ricette particolari spiccano la minestra di fagioli bianchi di San Michele, le bavettine al pesce e la zuppa di arselle.Degni di nota i prodotti della terra come funghi, castagne, granoturco e tartufi.I secondi comprendono piatti particolari come fegatelli di maiale, anguille alla pisana e stoccafisso.Ampia la produzione di salumi tra cui salsicce, buristo toscano e pancetta.Tra i dolci tipici troviamo la torta coi bischeri, a base di pinoli, cioccolata, uvetta e cedro candito, magari affiancata da un ottimo Vin Santo del Chianti.Vini locali sono il Chianti Colli Pisani, il Rosso di San Miniato e il Trebbiano.

Specialità mantovane

La tradizione culinaria mantovana affonda le sue radici nell’epoca della signoria estense. Tra gli ingredienti principali, il riso e la zucca, ma grazie alla presenza di corsi d’acqua aggiunge ai prodotti agricoli anche il pesce (il pesce gatto, la trota e il luccio). La polenta, meno diffusa nei menu rispetto alle zone confinanti, viene spesso proposta come antipasto, accompagnata dal saporito gras pistà, un battuto di grasso aromatizzato. Le ricette di carne più usate sono stufati e stracotti, bolliti e arrosti di manzo, pollame, cacciagione. Le frittate spesso includono come ingrediente il pesce fritto o dei piccoli gamberetti d’acqua dolce.  Gli insaccati tipici sono il salame mantovano, nelle versioni con i...

Specialità bergamasche

La provincia bergamasca è terra ricca di prodotti gastronomici vari e gustosi: dai formaggi ai dolci, dai salumi alla polenta. L’offerta culinaria soddisfa ogni palato e raramente lascia insoddisfatti. I classici primi piatti bergamaschi sono: i “Casonsèi de la bergamasca” e gli “Scarpinocc de Par”, preparati con pasta fresca sono una vera prelibatezza per gli amanti dei piaceri della tavola. La Bergamasca rimane da sempre la terra della polenta, classica o taragna (accompagnata con gli eccellenti formaggi della tradizione casearia bergamasca), che viene servita con selvaggina o stufati. Per i palati più golosi le tentazioni in fatto di dolci non mancano: i biscotti di Clusone, ricoperti di cioccolato;...

Dove mangiare a Genova

Grazie ai suggerimenti di amici Rotariani abbiamo selezionato per voi strutture di eccellente qualità nelle più belle città d'Italia.GENOVA – La visita del Centro Storico genovese non può prescindere da Piazza Dante, da dove è possibile accedere ad una delle due porte medievali ancora esistenti in città, ovvero Porta Soprana, costruita nel 1155 per difendere la sovranità della Repubblica da Federico Barbarossa. In prossimità della torre il superstite e raffinato chiostro romanico di Sant’Andrea, in origine appartenente all’omonimo convento più tardi demolito. Da non perdere la Casa di Cristoforo Colombo, ovvero l’edificio costruito nel XVII secolo sulle fondamenta di quella che si ritiene fosse la...

Specialità veronesi

La tradizione vinicola veronese, rinomata nel mondo, è accompagnata da una eccellente gastronomia, basata su piatti semplici ma raffinati, rigorosamente realizzati con prodotti di alta qualità.Tra i piatti caratteristici si distinguono il manzo bollito condito con una particolare salsa pepata, fatta di pane, midollo e parmigiano (pearà), la polenta pastissada, gli gnocchi e la pasta e fagioli, le carni di anatra e faraona con la salsa peverada.Molte le pietanze a base di pesce grazie alla presenza del lago.Tra i dolci spicca, fra tutti, il famoso pandoro, che insieme al panettone milanese costituisce un’istituzione delle tavole italiane nel periodo natalizio.Tra i migliori prodotti...

La cucina della Brianza

La cucina della Brianza è legata alla terra e alle tradizioni della campagna ed è molto genuina e naturale. Caratteristici i piatti come la cazzuola con la polenta o il minestrone alla brianzola che hanno bisogno di lunghe ore di cottura a fuoco lento. Uno dei prodotti più gustosi della gastronomia monzese è la Luganiga, un salame preparato con carne suina, ottimo con il risotto o da assaporare con la tipica michetta. Per i più golosi si consigliano i firun, dolci tipici di Monza, realizzati con castagne cotte al forno ed infilate a mò di collane, tutte da gustare. La busecca matta, la polenta pasticciata, la verzata, le quaglie in umido, la brasada con fichi freschi: sono alcuni dei piatti della tradizionale cucina...

Il pesce di lago a Brescia

Laghi pescosi, fiumi e torrenti di montagna incentivano la passione per uno sport divertente come la pesca; quando questo si combina con il piacere della buona tavola, il divertimento è assicurato. Per molti anni il pesce di lago è stato l’alimento base delle popolazioni rivierasche, che sulla pesca basavano la loro economia; oggi invece il pesce di acqua dolce ha conquistato uno spazio di grande importanza nella ristorazione bresciana che propone  cotolette di persico del Lago d'Iseo, anguilla ripiena alla clusanese, luccio in concia, aole marinate,  sardine alla gardesana.  

Specialità torinesi

Tutta la provincia è caratterizzata da forti tradizioni culinarie che riguardano tutte le portate, dall’antipasto ai dolci: Torino è la patria dei grissini, del vermouth e del cioccolato gianduia.Piatti tipici sono minestre e zuppe tra cui la tofeja, il coniglio alla canavesana, il gigot, ovvero castrato cotto nel tegame di bronzo e, naturalmente, la bagna caoda.Tra i prodotti tipici, molto prelibati sono i formaggi, i funghi del pinerolese e i marroni della Val di Susa.Il viaggio tra le delizie gastronomiche si conclude con un ampio ventaglio di dolci: i caratteristici baci di dama, i nocciolini di Chivasso, i biscotti della duchessa, i canestrelli, i...

Specialità romane

Vino, olio, salumi e formaggi sono i componenti di una tradizione culinaria di forte impronta contadina.Nell’area di Cerveteri si coltivano i gustosi carciofi romaneschi, mentre i dintorni di Nemi sono famosi per la produzione delle prelibate fragoline. Il pane è la specialità di Lariano e Genzano, la porchetta ha la sua patria ad Ariccia, degustata nelle caratteristiche fraschette, le ciliegie a Palombara Sabina. Tra gli altri prodotti, i marroni, le fave, le pesche, i fichi e le olive.I piatti tipici della tradizione laziale sono quelli universalmente apprezzati e conosciuti della cucina romana. I famosi bucatini all’amatriciana che utilizzano il famoso...

Specialità bolognesi

La provincia di Bologna è una terra famosa e apprezzata dai buongustai.Paradiso delle paste all'uovo che sono il maggior vanto della regione, nelle vie del capoluogo bolognese e possibile seguire la produzione dei tortellini. Le paste all'uono sono per lo più paste ripiene, ad eccezione delle tagliatelle, che si distinguono per la forma ad anello, a cappello, a caramella e con svolazzi. A Bologna  i tortellini sono, spesso, con un ripieno a base di carne, mortadella e prosciutto, e vengono serviti in brodo di cappone o gallina o asciutti, per chi lo desidera. Nei centri della provincia i tortelloni sono serviti con il ripieno di ricotta e spinaci, conditi con burro e salvia. Fra i primi piatti,...

Specialità ampezzane

La cucina ampezzana è in parte simile a quella tirolese, rispecchiando anche nella gastronomia i forti legami con l'Austria occidentale, pertanto molti piatti tipici cortinesi portano ancor oggi gli originali nomi tedeschi. Sono tutte vivande della tradizione popolare, generalmente povere, ma ricche di sapore e tradizione. I primi piatti più famosi sono certamente i chenedi (variante ampezzana dei canederli tirolesi), palle di pan grattato ripiene di speck, spinaci, lardo o formaggio e serviti in brodo caldo o con burro fuso, i casunziei, ravioli a mezzaluna ripieni di rapa rossa o patata, conditi con burro fuso e semi di papavero, e i pestariei, pezzetti di pasta di farina bianca e acqua cotti in latte bollente salato (questo tipico piatto rappresentava l'antica...

Specialità trentine

La cucina della provincia di Bolzano risente delle influenze dell’Austria e fonde gusti e tradizioni diversi con risultati molto originali. Piatti tipici sono i “knödel” o canederli (palle di pane arricchite con speck, o formaggi, o spinaci, o rape rosse, ma anche dolci con albicocche e prugne), gli Schlutzkrapfen (ravioli con vari ripieni), gli Spatzler (gnocchetti verdi di spinaci conditi solitamente con burro fuso o panna e prosciutto), la polenta con il capriolo o i finferli, gulasch di cervo e carrè di maiale con crauti, ma anche  il pesce di lago e di torrente e i “Tirten”, gustosissime frittelle ripiene. Dolci tipici particolarmente diffusi sono lo Strudel di...

Specialità bresciane

La cucina del Bresciano è fortemente tradizionale e moderna al tempo stesso e varia a seconda dei paesi che si visitano. La zona dei laghi si contraddistingue per i piatti di pesce cucinato in tutte le salse. Nelle zone pedemontane, invece, paste alle erbe aromatiche, numerose qualità di formaggi, come il gustoso Bagoss.Nella bassa bresciana, zona di allevamenti e caccia sono ottimi gli insaccati e i piatti a base di selvaggina.Il clima dolce e la coltura dell’olivo lungo le rive dei laghi di Garda e d’Iseo, fanno figurare tra i prodotti tipici lombardi anche l’olio di oliva. L’olio extravergine, prodotto sul lago di Garda ha un gusto e un aroma eccezionali, decretati anche dal riconoscimento...

Specialità pavesi

Nel pavese diverse sono le influenze, soprattutto nella cucina: liguri, piemontesi, lombarde. Riso, latticini e carne sono gli ingredienti essenziali di questa gastronomia.La produzione di insaccati eccelle nel salame di Varzi, di denominazione di origine protetta, conosciuto sin dal XII secolo e di gran pregio sono anche coppe, pancette, cotechini e piccoli cacciatorini. Oltre che per i castelli e per i borghi medievali, come Sartirana, Lomello e Scaldasole, la Lomellina è una zona famosa per la coltivazione del riso. Nella pianura bagnata dal fiume Ticino, i campi di coltivazione sono molto estesi e costituiscono gran parte della storia e della cultura della zona. E’ il riso il re della gastronomia pavese. E’ coltivato in cinque...

Specialità pratesi

Come tutta la cucina toscana, anche quella pratese è una cucina semplice, frutto di tradizioni derivate da piatti poveri, in cui si cerca di utilizzare ogni parte commestibile degli ingredienti per sprecare il meno possibile. Piatto tipico per eccellenza è il sedano alla pratese, preparato con le coste più tenere dell'ortaggio, farcite con un impasto di fegatini di pollo, polpa di vitello, tuorli d'uovo e spezie, fritte in abbondante olio ed infine affogate in un sugo di carne o pomodoro. Semplici e gustosi sono anche la classica pasta e fagioli, la farinata con il cavolo nero, i tortelli di patate, il coniglio rifatto, la minestra di pane e la ribollita, a base di carote, cavolo nero, fagioli, pane...

Specialità genovesi

La gastronomia ligure e genovese rivela con gusto il carattere del territorio e l’ingegnosità della sua gente. I genovesi, infatti, con una cucina semplice e molto ricca di verdure e di erbe aromatiche, con l’abbondante impiego d’olio d’oliva e una speciale creatività, hanno saputo inventare piatti genuini, saporiti e straordinariamente attraenti.Le specialità più famose della gastronomia ligure sono: il pesto e la focaccia, sia nella semplice versione all’olio, che nelle saporite varianti (alla cipolla, alle olive, alla salvia, al formaggio, ecc.). A queste delizie si aggiungono le "torte di erbe", come la torta Pasqualina (una pasta sfoglia ripiena di bietole cotte o carciofi, zucchine ed erbe primaverili, uova e...

Specialità cuneensi

Re incontrastato della tavola è il tartufo bianco d’Alba dal profumo intenso, raccolto in diverse zone: Langhe, Monferrato, Roero. Diffuso anche il tartufo nero, soprattutto in Valle Mongia e in Valle Grana.I primi piatti più diffusi sono i dunderet di patate, i tajerin, gli agnolotti, gli gnocchi alla bava e  il risotto con le quaglie. I formaggi comprendono le tome delle Langhe, la robiola di Dogliani, il bruss. Caratteristico è il formaggio Castelmagno, prodotto nelle valli occitane del Piemonte, dove si parla l’antica lingua d’Oc.Tra i prodotti tipici, spiccano i salumi tra cui il batiur o mariur, di sola carne suina condito con...

Alla scoperta delle radici dell’eccellenza enogastronomica italiana

Una selezione esclusiva di specialità artigianali: da degustare insieme ai produttori o da acquistare comodamente on-line.Attivo lungo tutta la Penisola, Il Palato Italiano seleziona solo il meglio delle produzioni artigianali enogastronomiche, raccogliendole all'interno della sede del club di Bolzano e rendendole disponibili nel proprio e-commerce, ilpalatoitaliano.itUn percorso di avvicinamento ai prodotti agroalimentari italiani condotto da esperti conoscitori di ogni categoria del food e da Sommelier professionisti è il tratto capace di caratterizzare l'esperienza di acquisto in sede. Un’occasione per aprire i propri orizzonti sui territori italiani e le relative eccellenze produttive, raccontate direttamente dalla voce dei protagonisti: i...

Specialità comasche

La cucina della provincia è strettamente legata al lago, con piatti a base di pesce: si va dalle trote alle tinche, al pesce persico. Tuttavia esiste anche una cucina legata ai sapori della montagna, un gusto che si ritrova nella polenta o nei piatti con la selvaggina. Tantissimi i piatti tipici che vanno dal salato al dolce. Sulle tavole del comasco si possono quindi assaggiare le luganeghe, insaccati di suino la cui lunghezza va da un minimo di 20 cm fino anche a 18 m, le mortadelle di fegato e il missoltitt (pesci salati e seccati). I formaggi  più diffusi sono le crescenzine e il Zincarlin (formaggio piccante di capra). Tra i dolci tipici, sono sicuramente da menzionare: il mataloc di Menaggio e i paradell di...

Specialità veneziane

Quando si parla della gastronomia veneta si usa definirla “cucina povera”, non certo per la scarsa qualità dei prodotti, bensì per ricordarne le origini popolari. Oggi, molte delle ricette tradizionali sono state rivalutate dai grandi chef e sono diventate un’eccellenza culinaria, grazie alla prelibatezza dei prodotti ottenuti dalla terra e dal mare.Ed è proprio dal mare, da sempre elemento caratterizzante della storia di Venezia, che provengono molti di questi alimenti: frutti di mare, granchi, crostacei, molluschi, spigole, anguille e pesce azzurro si ritrovano in molti dei principali piatti locali.Una nota a parte la meritano il Moscardino di Caorle, la Schilla di Venezia e i Gamberi da fiume allevati e pescati nel territorio veneziano sin...