Genova
Genova

Visitare Genova

Genova è una città ricca di storia, tesori nascosti, angoli suggestivi, in grado di incantare chiunque la visiti. Il fascino del capoluogo ligure ha colpito anche scrittori, poeti e cantautori, che nei loro versi hanno raccontato la sua bellezza, i suoi contrasti, la sua anima nascosta. Il famoso compositore Richard Wagner ha scritto in una lettera: «Non ho mai visto nulla come questa Genova! È qualcosa d'indiscutibilmente bello, grandioso, caratteristico (…). Davvero non saprei dove cominciare per darti l'impressione che mi ha fatto e continua a farmi: ho riso come un fanciullo e non potevo nascondere la mia gioia! Tutti debbono vedere Genova!». Niente è spontaneo come l’entusiasmo che Genova genera nell’animo di chi la scopre.

Il capoluogo ligure è ricco di attrazioni: storia, cultura, arte, architettura e soprattutto tantissimo mare. Per questo motivo suggeriamo di iniziare la visita alle bellezze genovesi dal Porto Antico, uno dei principali centri turistici della città, dove è possibile prendere l’aperitivo, cenare, fare shopping, guardare un film, pattinare su ghiaccio o tuffarsi in piscina. Arrivando in fondo al molo dove sono ubicati i Magazzini del Cotone, a un passo dalla Lanterna, Genova e il suo Golfo, si lasciano ammirare in tutta la loro bellezza. Le colline fanno da sfondo a questo suggestivo panorama, colorate di giorno e illuminate di sera. Per vivere un’esperienza unica ed indimenticabile, si consiglia vivamente la visita dell’Acquario, fiore all’occhiello dell’intera città, nonché eccellenza italiana, è la più grande esposizione di biodiversità acquatica in Europa. 27.000 metri quadrati di superficie espositiva consentono una passeggiata tra i mari del mondo per ammirare delfini, squali, pinguini, lamantini, animali antartici, meduse, pesci tropicali, foche e molti altri animali in ambienti che riproducono fedelmente gli habitat naturali delle diverse specie. All’interno dell’Acquario si possono fare esperienze uniche e indimenticabili, come accarezzare le razze nella grande vasca tattile dedicata. Magnifica è anche la ricostruzione degli ambienti naturali originali delle singole specie: non solo fauna marina ma anche rettili, anfibi, e, in generale, animali delle foreste fluviali e d’acqua dolce. Nei pressi dell’Acquario si trovano ulteriori interessanti attrazioni: Galata Museo del Mare, nel cuore del porto, con i suoi 10.000 metri quadrati di spazi espositivi è il più grande museo dell'area mediterranea dedicato al mare; inoltre si può salire a bordo del S518 Nazario Sauro, il più grande sottomarino italiano visitabile in acqua.

Nel cuore del Centro Storico, che dista pochi minuti dal Porto, si trova la maestosa Piazza Matteotti dove è situato Palazzo Ducale, storica sede dei Dogi e oggi centro culturale sede di incontri e mostre internazionali e poco oltre si staglia la Chiesa del Gesù, ricostruita nel XVII secolo dalla nobile famiglia Pallavicini, in un gran splendore barocco che può vantare la presenza di opere di Pieter Paul Rubens, Domenico Piola, Domenico Fiasella e altri grandi artisti. La vicina Piazza De Ferrari è dominata dalla grande fontana in bronzo e, sullo sfondo, dal Teatro dell’Opera Carlo Felice, uno dei teatri tecnologicamente più avanzati d’Europa. Una piccola deviazione lungo salita S. Matteo consente di raggiungere Piazza S. Matteo, la suggestiva piazzetta dominata dalla piccola chiesa a fasce bianche e nere e dai palazzi appartenuti a vari membri della famiglia Doria. Risalendo per Vico Casana si raggiunge Via XXV Aprile e quindi Piazza Fontane Marose con i suoi magnifici palazzi, alcuni dei quali appartenenti al sistema dei Palazzi dei Rolli, Patrimonio dell’Umanità Unesco dal 2006. Sul fondo della piazza è visibile Via Garibaldi, l’antica Strada Nuova, autentico gioiello della città, anch’essa iscritta nel patrimonio UNESCO. Nella via si trovano Palazzo Bianco, Rosso e Tursi, che costituiscono il sistema dei Musei di Strada Nuova.

Genova va guardata in due modi: in piano, camminando tra i caruggi, e poi di nuovo, dall'alto dei mirador, terrazzi privilegiati dove si scopre la vita, e la vista, di un'altra città. La Spianata Castelletto prende il suo nome dal quartiere in cui sorge, anche se il suo vero nome, poco usato dai genovesi, è Belvedere Montaldo. Si può raggiungere tramite l'ascensore liberty di Piazza Portello (nelle immediate vicinanze di via Garibaldi) ed è un punto panoramico assolutamente da non perdere, strepitoso “balcone” sospeso sul Centro Storico. L’ascensore è descritto come la via per il Paradiso dal poeta Giorgio Caproni, perché conduce alla vista straordinaria sui tetti, sul porto, sul mare e sulla costa ligure.

Assolutamente da non perdere la visita di Villa del Principe, la splendida dimora costruita per Andrea Doria. Circondata dal bel giardino all’italiana dominato dalla fontana del Nettuno, la villa gode di un notevole affaccio sul porto e sulla Stazione Marittima, la storica Stazione dalla quale partivano le grandi navi, oggi destinata ad accogliere le navi da crociera. Proseguendo fino alla stazione ferroviaria di Piazza Principe, si ammira il monumento a Cristoforo Colombo. Una deviazione ‘verso l’alto’ grazie all’ascensore pubblico di Montegalletto, permette di raggiungere Castello D’Albertis, edificio neogotico, sede del Museo delle Culture del Mondo. Da via Balbi, strada seicentesca, sede dell’Università, si procede sino a raggiungere Palazzo Reale, residenza ufficiale dei Savoia dal 1824, con il ricco arredamento ed i giardini aperti sul porto. Da non perdere la Galleria degli Specchi progettata su modello di quella di Versailles. Al termine della via è d’obbligo una visita alla Chiesa della Santissima Annunziata del Vastato, una tra le più significative chiese cittadine.

Il percorso alla scoperta della città non può che concludersi con un ritorno al mare, che attrae, con i suoi colori e la sua bellezza, cittadini e turisti. Corso Italia è il lungomare di Genova, frequentato da famiglie e sportivi che amano fare jogging o pattinare. L’intero percorso è costellato di bar e ristoranti collocati talvolta sulle terrazze panoramiche degli stabilimenti balneari. Chiude il corso Boccadasse, caratteristico borgo marinaro. Dal belvedere, si scende lungo una creuza (la tipica mulattiera ligure) fino alla spiaggetta, da dove si può raggiungere il capo di Santa Chiara, da cui si gode della vista della Riviera fino a Portofino. Il borgo è il soggetto ideale per una cartolina: con le sue case colorate, la sua spiaggetta e le sue barche da pesca tirate in secca, è l’immagine del tipico villaggio di pescatori, miracolosamente scampato all’avanzare del tempo.
Segnaliamo che la Segreteria del Rotary Club di Genova è disponibile per fornire informazioni e consigli, nonché per mettervi in contatto con i soci Rotariani che hanno gentilmente accettato di offrirsi come guide della loro città di cui desiderano farvi scoprire le bellezze e la ricchezza.
Per avere notizie sempre aggiornate su Genova e sulla Liguria si consiglia di consultare la rivista online Liguria Business Journal, la cui redazione ha gentilmente contribuito con diversi articoli ad arricchire i testi disponibili.
Per accedere a contenuti più approfonditi e per avere a disposizione ulteriori informazioni si consiglia di visitare il Portale ufficiale della città di Genova, da cui sono tratti parte dei testi e delle immagini utilizzati per raccontarvi Genova. La città ha dato vita a diversi eventi per l’Expo, rivolti a un vasto pubblico e di profondo interesse.

Visitare a Genova