Bologna
Bologna
Bologna
Bologna
Bologna
Bologna

Visitare Bologna e dintorni

Centro etrusco prima, gallico poi, Bologna fu anche colonia e municipio romano.
Fra le sue mura, di cui oggi rimangono alcuni resti, nell’XI secolo sorse già la prima Università del mondo. 
Caratteristica principale della città sono i portici che uniscono strade, torri e palazzi. Solo nel centro i portici raggiungono una lunghezza complessiva di circa 37 chilometri, tanto che Bologna è considerata la città con più portici al mondo.

Altro carattere distintivo sono le torri che, si dice, fossero duecento nel Medioevo. 
Il tour nel capoluogo emiliano non può che iniziare da Piazza Maggiore, un ampio quadrato, un tempo mercato, da sempre punto di incontro della città e degli avvenimenti civili, religiosi e ludici. 
Al lato l’imponente Basilica di San Petronio, con la sua facciata incompiuta; il Duomo di Bologna è però la Cattedrale di S. Pietro, poco distante.
Tutto intorno a S. Petronio, il Palazzo del Podestà,  Palazzo dei Notai e Palazzo dei Banchi

Piazza del Nettuno, nelle adiacenze, ospita la Fontana del Nettuno, con la statua in bronzo del Dio Nettuno del Giambologna. 
Tra le tante erette in epoca medioevale le due torri più celebri sono le torri degli Asinelli e Garisenda, da cui si gode una magnifica vista sulla città. 
Poco distante Piazza Cavour con i portici e la galleria dove emergono i colori di splendidi affreschi. 

Nella zona alle spalle di S. Petronio, merita una visita la Chiesa di S. Domenico sull’omonima piazza, uno dei complessi monumentali di maggiore spicco della città, con opere pittoriche e scultoree di grande suggestione. 
C'è poi il Complesso di Santo Stefano, un luogo di  eccezionale interesse storico-religioso che contempla una serie di edifici sacri, tra cui il monastero sulla splendida piazza con pavimento a ciottoli. La Chiesa di San Giacomo Maggiore, colpisce per l’elegante porticato laterale e per il pregevole ciclo di affreschi contenuti al suo interno e, non molto distante, la Pinacoteca Nazionale che ospita opere di Giotto e la sua scuola, Guido Reni, Guercino e la celebre Estasi di S. Cecilia di Raffaello. 
Appena fuori le mura, sui colli, c’è l'importante Santuario della Madonna di San Luca, il più importante della storia della città e che è collegato alla città da un lungo portico che parte da Piazza di Porta Saragozza. Anche il Complesso di San Michele in Bosco, sempre nei dintorni della città, è di notevole interesse. 

Percorrendo le vie che costeggiano il fiume Reno, è possibile raggiungere Casalecchio di Reno, dove si può vedere la chiusa del Reno, realizzata intorno al 1100 e successivamente consolidata, che serviva per convogliare le acque del fiume, necessarie a muovere gli opifici a Bologna. 
Scendendo ancora, si incontra Sasso Marconi, abitato sia in epoca etrusca - come testimoniano alcune tombe - sia in epoca romana, di cui rimane l’imponente acquedotto. Marzabotto, con i resti della suggestiva città etrusca ritrovata, torna alla memoria soprattutto per il massacro di 1830 civili, compiuto dai tedeschi durante la seconda guerra mondiale e a seguito del quale è stato eretto il Sacrario dei Caduti

Un altro percorso da fare è, quello che ci conduce al suggestivo paese di Budrio, città antica nella cui pianta urbanistica si ritrovano tracce di epoca romana e mediovale e famosa in tutto il mondo, per lo strumento musicale inventato da Giuseppe Donati, l’ocarina. 
Il Museo dell’Ocarina e degli strumenti musicali in terracotta sono da visitare così come il Museo del Burattino, la Pinacoteca Civica Domenico Inzaghi e il Museo Archelogico e Paleoambientale. 

Fuori dalle mura della città, nella frazione di Bagnarola, si trova il complesso delle Ville di Bagnarola definito la “Versailles bolognese”; tra esse spicca il Floriano, per le sue dimensioni e la bellezza architettonica. 
Infine, una passeggiata tra importanti borghi e cittadine, toccherà Pieve di Cento, Castello d’Argile, Imola e il suo centro storico, San Giovanni in Persiceto, San Giorgio di Piano, il borgo di Bentivoglio con l’imponente rocca, Medicina e molte altre località. 

 

 

Visitare a Bologna