Pavia
Pavia

Specialità pavesi

Nel pavese diverse sono le influenze, soprattutto nella cucina: liguri, piemontesi, lombarde. 
Riso, latticini e carne sono gli ingredienti essenziali di questa gastronomia.
La produzione di insaccati eccelle nel salame di Varzi, di denominazione di origine protetta, conosciuto sin dal XII secolo e di gran pregio sono anche coppe, pancette, cotechini e piccoli cacciatorini. 

Oltre che per i castelli e per i borghi medievali, come Sartirana, Lomello e Scaldasole, la Lomellina è una zona famosa per la coltivazione del riso
Nella pianura bagnata dal fiume Ticino, i campi di coltivazione sono molto estesi e costituiscono gran parte della storia e della cultura della zona. 
E’ il riso il re della gastronomia pavese. E’ coltivato in cinque varietà suddivise a seconda della grandezza e della forma dei chicchi, e viene utilizzato non solo per i famosi risotti o per i timballi, ma anche in bianco, come accompagnamento a filetti di pesce o di rane, oltre che per la preparazione di dolci.

Tra i piatti storici va ricordata la zuppa pavese, fatta con brodo, uova e formaggio a cui si aggiungono fette di pane e crescione.
L’Oltrepo’ è invece una zona in cui abbondano i funghi e, soprattutto, i tartufi. Sono tipici quelli bianchi, raccolti lungo il Po. 
Tra gli altri prodotti tipici, il gustoso salame d’oca che ricorda tradizioni culinarie medievali e il dolce preparato con il grasso delle oche, il bisson. 
Molti sono i vini Doc del pavese. Tra questi, il famosissimo barbera, il pinot grigio e nero, la malvasia e il moscato.

 

 

Degustare a Pavia

Zuppa pavese

Pavia Consigliato da un membro rotary

La zuppa alla pavese è un piatto appartenente alla tradizione gastronomica di Pavia e consiste in una zuppa in brodo costituita da pane raffermo casereccio, da formaggio e da un uovo fresco al centro. Secondo la tradizione, la ricetta ebbe origine da un episodio che vide protagonista Francesco I di Francia il quale, durante la battaglia di Pavia, fu fatto prigioniero e subito dopo condot...