Prato
Prato
Prato
Prato
Prato
Prato

Visitare Prato e dintorni

Prato offre al visitatore attrattive storico-artistiche di grande rilievo:  nel centro storico, spicca, il Castello dell'Imperatore (testimonianza di architettura sveva unica nell'Italia centro-settentrionale), il Duomo dove è conservata la venerata reliquia della Sacra Cintola della Madonna e dove si possono ammirare gli splendidi affreschi di Filippo Lippi recentemente restaurati. 
Sulla facciata del Duomo il pulpito di Donatello e Michelozzo utilizzato per l'ostensione della Sacra Cintola della Madonna (l'8 settembre è la ricorrenza principale, quando si svolge anche il Corteggio Storico). 

La visita può proseguire verso Palazzo Datini,  Palazzo PretorioBasilica di S. Maria delle CarceriTour virtuale di Giuliano da Sangallo, le chiese di S. Francesco e di S. Domenico; in questi edifici e nei musei cittadini Museo di Pittura Murale e Museo dell'Opera del Duomo, sono custodite opere di grandi maestri come Agnolo Gaddi, Paolo Uccello, Filippo e Filippino Lippi, Donatello, Michelozzo e di altri famosi artisti del Trecento e del Rinascimento. 

Da non perdere il Museo del Tessuto, situato in una ex fabbrica storica, espressione della storia tessile della città, dove sono conservati campioni di stoffe e documenti dal V secolo ai giorni nostri, oggetti, macchine della vecchia lavorazione laniera.  
Di recente istituzione il Museo di Scienze Planetarie, situato poco fuori le mura della città, e che racchiude in una splendida cornice scenografica, numerosi esemplari di meteoriti e minerali di grande valore. 

Altra nota di eccellenza  è rappresentata dal Centro per l'Arte Contemporanea "Luigi Pecci",  attivo a livello internazionale che dispone di un'importante collezione permanente composta da opere dei maggiori artisti degli ultimi 30 anni. All'esterno del Museo la città è arricchita da opere di godimento pubblico che si trovano nel contesto urbano, lungo le mura, e sul territorio, la più nota è la "forma squadrata con taglio"  di Moore nella Piazza San Marco.
Particolarmente interessante il Museo e Centro di documentazione della deportazione e della resistenza di Figline, luogo di memoria per ricordare quanto accadde nei campi di concentramento e di sterminio nazisti. 

Anche il territorio provinciale è ricco di attrattive: necropoli e reperti etruschi Comeana e Artimino, oltre ai recenti scavi di Gonfienti, nella periferia est di Prato. 
Poi le chiese romaniche sparse nel Carmignanese, senza dimenticarsi della Chiesa di San Michele e Francesco a Carmignano con la bellissima Visitazione del Pontormo, le antiche Badie in Val di Bisenzio, i borghi medievali, le splendide Ville Medicee di Poggio a Caiano (dove è stato recentemente inaugurato il Museo della Natura Morta) e Artimino, il Parco Museo Quinto Martini di Seano e tutto il sistema delle aree protette (es. Monteferrato, Calvana, Riserva Naturale Acquerino-Cantagallo).
Degno di nota l’originale Museo all’Aperto di Luicciana a Cantagallo costituito da installazioni di artisti contemporanei. 

 

 

Visitare a Prato