Lago Maggiore
Lago Maggiore

Lago Maggiore

La provincia di Verbano Cusio Ossola si estende nel lembo nord-orientale del Piemonte, al confine con la Svizzera e la Lombardia. 
Comprende un ampio sistema di vallate apprezzate per le sue attrattive naturali e culturali, che si ramificano dalla principale, la Val d’Ossola, scavata dallo scorrere del Toce, il fiume che nasce in alta Val Formazza e dà vita, con uno sbalzo di 143 metri, alla più bella e potente cascata delle Alpi. 

Tre perle rendono unico questo ambiente: il piccolo Lago di Mergozzo, la sponda settentrionale del Lago d’Orta con Omegna (patria del ‘casalingo’ con invenzioni quali la moka e la pentola a pressione che qui videro la luce nel secolo scorso) e quella occidentale del Lago Maggiore che ospita rinomate località turistiche tra cui Cannobio, Cannero Riviera, Verbania, Baveno e la magnifica Stresa, dai tempi del Grand Tour meta turistica internazionale. 
Le Isole Borromee ricche di fascino, si stagliano al centro del Lago Maggiore offrendo allo sguardo un equilibrio perfetto tra arte e natura con il palazzo barocco e il giardino all’italiana all’Isola Bella; dimora neoclassica e giardino all’inglese all’ Isola Madre e un colorato borgo di rustiche case all’Isola Pescatori. Un paesaggio davvero incantevole che si completa con rive punteggiate da ville d’epoca e parchi smaglianti dei colori dei fiori tipici del Lago Maggiore: camelie, azalee e rododendri. 
Di tutti il più celebre: Villa Taranto a Verbania, tra i giardini botanici più noti e importanti d’Europa.

Oltre l’area dei laghi si innalza un altro spettacolo della natura, le imponenti vette alpine solcate da pittoresche valli, con moderne stazioni sciistiche: Formazza, Piane di Vigezzo, Macugnaga (ai piedi del Monte Rosa), Alpe Devero, San Domenico, il Mottarone e molte altre.
Numerose aree protette sono state istituite a tutela dei diversi ambienti, tra cui il Parco Nazionale Val Grande, considerato l’area selvaggia più grande d’Europa, che si estende in ambienti impervi fino alle alte cime alpine e il Parco Naturale Veglia Devero che copre praterie, grandi alpeggi e sale verso le montagne battute dai venti, racchiudendo i paesaggi più preziosi delle Alpi.

Il fascino di questi luoghi è legato anche alla presenza di testimonianze culturali di rilievo, a cominciare dalla “Strada del Sempione”, lo storico asse viario che fin dal lontano passato ha favorito scambi e incontri tra popoli diversi. 
Da più di un secolo affiancata dal Traforo del Sempione, opera ferroviaria che all’inizio del Novecento aprì a Liguria, Piemonte e Lombardia le porte d’Europa.
Nel Verbano Cusio Ossola è inoltre molto forte l’influsso culturale dei Walser, popolazioni di origine alemanna che vivono in queste valli dal Medioevo, artefici della caratteristica architettura locale.
Le tipiche abitazioni in pietra e legno e lo stile inconfondibile degli edifici Walser (da ammirare soprattutto a Macugnaga in Valle Anzasca e nelle frazioni di Formazza, nell’omonima Valle) conferiscono un aspetto fiabesco ai piccoli paesi di montagna, rendendoli ricchi di fascino.
Numerosi anche i tesori d’arte, tra cui monumentali testimonianze di devozione racchiuse in suggestivi scenari naturali come ad esempio il Santuario della Madonna del Sangue a Re, in Valle Vigezzo, detta anche Valle dei Pittori, per la scuola Ottocentesca d’arte alpina e per gli affreschi e decori che abbelliscono case e chiese. 

Annoverate tra i siti Unesco Patrimonio dell’Umanità i complessi artistici della Santissima Trinità di Ghiffa e del Calvario di Domodossola, il ‘capoluogo’ delle vallate ossolane. Qui nel 1828 il Beato Antonio Rosmini – filosofo e religioso – fondò la congregazione religiosa dell’Istituto della Carità, per poi proseguire la sua opera spirituale e culturale a Stresa, dove sono custodite le sue spoglie mortali.
Il folclore, le tradizioni e la gastronomia aggiungono ulteriore incanto al Verbano Cusio Ossola, una terra tra ‘laghi e monti’ che nei suoi diversi aspetti accontenta tutti i gusti e che con diverse manifestazioni culturali offre una ragione in più per scoprirla durante tutto l’anno.


Stresa

Sulla sponda occidentale del Golfo Borromeo, nel cuore del Lago Maggiore, si trova la città di Stresa. Situata in una posizione panoramica, “La Perla del Verbano “ è stata fin dal XIX secolo meta di villeggiatura per nobili patrizi prima, e facoltosi borghesi dell’imprenditoria milanese poi. Questo le ha permesso di sviluppare dimore tra le più prestigiose e ricche dell’intero lago. Alle sue spalle il territorio sale fino alla vetta del Mottarone,...

Alloggiare sul Lago Maggiore

Grazie ai suggerimenti di amici Rotariani abbiamo selezionato per voi strutture di eccellente qualità nelle più belle città d'Italia.Inoltre, potrete godere di benefit e/o sconti esclusivi presentando la vostra card DONA & RISPARMIA, alimentando contestualmente la raccolta benefica a sostegno delle Onlus segnalate. Scopri di più cliccando qui.LAGO MAGGIORE - Il lago Maggiore è uno dei più bei laghi italiani che ha incantato...